contabilità semplificata, contabilità online, commercialista online
Di noi ti puoi fidare

CONTABILITA' IN TUTTA SICUREZZA RISPARMIANDO MEDIAMENTE IL 50%.

  • Narrow screen resolution
  • Wide screen resolution
  • Decrease font size
  • Default font size
  • Increase font size
Home FAQ CONSULENZA E INFORMAZIONI FISCALI Spesometro: obbligo identificazione privati per acquisti superiori ad € 3.000
Spesometro: obbligo identificazione privati per acquisti superiori ad € 3.000 PDF Stampa E-mail
Scritto da Mio Commercialista   
Martedì 26 Febbraio 2013 09:12

Il decreto c.d. "Semplificazioni fiscali" (DL n. 16/2012) del Governo Monti ha ripristinato l'elenco CLIENTI E FORNITORI, comportando così l'obbligo di comunicazione per le operazioni rilevanti ai fini Iva:

  • per tutte le operazioni per le quali sussiste l'obbligo di emissione della fattura, riportando l'importo complessivo di tutte le operazioni intercorse con un cliente o fornitore (indipendentemente dalll'ammontare delle singole fatture);
  • per le operazioni senza obbligo di emissione fattura (effettuate solitamente da ristoratori, commercianti ecc. che emettono scontrino fiscale nei confronti del consumatore finale), con importo pari o superiore ad € 3.000 iva esclusa.

La novità è soprattutto per i dettaglianti che dovranno inserire, oltre all'anno di riferimento, anche il codice fiscale del soggetto non titolare di Partita Iva (privato).

Sono esclusi dallo Spesometro i Contribuenti in Regime dei Minimi e dall'obbligo di comunicazione le operazioni che rientrano tra le importazioni, le esportazioni, le operazioni con soggetti black list e quelle già comunicate all'Anagrafe Tributaria.

 

 

Ultimo aggiornamento Martedì 26 Febbraio 2013 09:28
 
Chiamaci per informazioni
Servizio attivo 24h su 24.
Anche festivi.



Area Clienti



Questo sito utilizza i cookie. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo. Clicca qui per maggiori informazioni. OK